Anche a Nocera l’omaggio a Morosini

Al Museo del calcio allestito a Nocera Inferiore anche le maglie comprate all’asta benefica per i famigliari di Piermario Morosini, il centrocampista del Livorno morto in campo ad appena 26 anni per una crisi cardiaca. Ci sono infatti anche le due maglie targate “Ciao Moro” e prodotte dalla Nocerina e dalla Reggina in occasione della gara di Campionato Nazionale Serie bwin del 21 aprile del 2012, tra gli oltre 200 cimeli in mostra a “In viaggio con la storia del calcio”, la raccolta degli scarpini e dei palloni dei Mondiali dal ’30 ad oggi e delle maglie dei più grandi campioni del passato. La gloriosa esposizione è allestita nell’auditorium del Liceo “Galizia” di Nocera Inferiore e sono già oltre 2.500 le persone che, dal 29 maggio scorso, vi hanno fatto visita, a cominciare dagli studenti del plesso scolastico che ospita la mostra e diretto dalla professoressa Maria Giuseppa Vigorito. Un successo senza precedenti che ha fatto decidere di “allungare” di qualche giorno, fino al 10 giugno, l’esposizione itinerante che la settimana prossima viaggerà alla volta di Jesi, in provincia di Ancona.
La morte di Piermario Morosini, nel 2012, colpì il mondo del calcio non solo nazionale. Già rimasto orfano di genitori in età giovanissima, il centrocampista di origini bergamasche si accasciò al suolo il 14 aprile del 2012, al 31? di Pescara-Livorno della 14ª giornata di ritorno del campionato di Serie B. L’autopsia chiarirà dopo che a causare la morte del giocatore fu una rara malattia ereditaria. La gara non venne portata a termine e successivamente la Figc dispose il rinvio dell’intera giornata di tutti i campionati italiani. La notizia fece il giro del mondo e anche al Santiago Bernabéu si osservò un minuto di silenzio nella giornata successiva alla tragedia. Sui campi minori, si fece lo stesso. Nocerina e Reggina, in sinergia con i propri sponsor, in occasione della partita del 21 aprile, nell’apposito spazio riservato agli sponsor, inserirono la breve ma simbolica scritta “Ciao Moro”, e le maglie vennero vendute all’asta benefica al termine dell’incontro per raccogliere fondi da devolvere a Maria Carla Morosini, sorella di Piermario. Entrambe le maglie, di proprietà del Museo del calcio internazionale, sono oggi esposte a Nocera.
La mostra itinerante del Museo del calcio internazionale è promossa dalla Direzione Nazionale di AICS ed è stata allestita in città grazie all’organizzazione operativa dell’associazione culturale Eudemonia, in collaborazione con l’associazione Urbe sezione di Nocera e il Liceo Statale “Galizia”. L’allestimento è stato curato dai collezionisti del Museo del calcio internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *