Inaugurata la sesta tappa itinerante – Chioggia (VE)

Bagno di folla per l’apertura della settima tappa di “In viaggio con la storia del calcio”: in mostra, anche un inedito omaggio ai fratelli Ballarin, giocatori del Grande Torino scomparsi nella tragedia di Superga

E’ partita venerdì 13 luglio da Chioggia – settima tappa nazionale – la prima delle tappe venete di “In viaggio con la storia del calcio”, la mostra itinerante del Museo del calcio internazionale promossa da Aics direzione nazionale con il sostegno dell’Istituto per il Credito Sportivo, e ospitata sulla laguna chioggiotta dal comitato Aics di Venezia guidato da Patrizia Marras, in collaborazione con il Comune di Chioggia, la Pro loco e con il patrocinio della Regione Veneto. L’allestimento della mostra è stato curato ancora una volta dai collezionisti del Museo del calcio internazionale e la preziosa raccolta rimarrà esposta nell’accogliente cornice della scuola Padoan, in Calle San Nicolò, fino al prossimo 22 luglio, inserita nel calendario della storica Sagra del Pesce di Chioggia.

Tanti gli ospiti d’eccezione presenti al taglio del nastro: il senatore Andrea Causin, l’onorevole Bruno Molea presidente nazionale di Aics, il vice presidente nazionale di Aics Claudio Manassei, il presidente di Aics Veneto Mario Pongan, la “padrona di casa” Patrizia Marras, il presidente regionale del Coni Gianfranco Bardelle, il sindaco di Chioggia Alessandro Ferro, l’assessora comunale alla cultura Isabella Penzo, e altre autorità locali. Ma non sono mancati i calciatori più noti della storia del calcio locale: Franco Cerilli e Corrado Penzo, che ha prestato all’esposizione la maglia del Santos di Pelé del ’67 scambiata in occasione dell’amichevole disputata con il Venezia dove Penzo militava. Tra gli ospiti d’eccezione anche Fabio Enzo, ex attaccante della Roma, e Marco Scarpa ora osservatore per la Nazionale italiana.

Attraverso la raccolta di centinaia di cimeli storici del calcio tra cui il pallone usato nella prima partita internazionale mai giocata (quella tra Scozia e Inghilterra del 1872), i modelli di palloni e scarpini utilizzati nel primo Mondiale di calcio del 1930, e le maglie autentiche di campioni del calibro di Cruijff, Maradona, Pelé e Falcao, la prestigiosa raccolta avrà il merito anche a Chioggia di raccontare non solo la storia dello sport più seguito al mondo, ma anche quella del nostro Paese e i suoi costumi, e del ruolo del calcio nella storia d’Italia. Nella prima tappa veneta, spazio è stato dato anche a un inedito omaggio al Grande Torino e ai suoi due giocatori Aldo e Dino Ballarin, entrambi chioggiotti. In mostra, i guanti e il pallone autentico di Dino Ballarin e poi foto d’epoca dei due fratelli morti con il resto della squadra sulla collina di Superga, nel maggio del ’49 e le riproduzioni dei documenti del loro ultimo volo.

“In viaggio con la storia del calcio” sarà visitabile nei locali della scuola Padoan tutti i giorni, festivi compresi, dalle 10 alle 12 e dalle 18 alle 23. L’ingresso è ancora una volta gratuito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *